Numero Verde 800 14 04 04 Lun-Ven 9-19

Azioni con dividendi mensili esistono ancora?

Home»Articoli»Azioni con dividendi mensili esistono ancora?
azioni con dividendi mensili best

Se cercate azioni con dividendi mensili, preparatevi ad una lunga ricerca.

Per il 2020 le azioni con dividendi mensili hanno visto un severo stop al pagamento degli stessi.

Finito ora il 2020, cosa dobbiamo aspettarci per il 2021 per le azioni con dividendi mensili: si può solo migliorare o forse no?

Rivediamo insieme come è andato questo 2020 e cosa possiamo attenderci per il 2021.

Azioni dividendi mensili in caduta

Nel 2020 Janus Henderson stimava che i dividendi mensili delle azioni sarebbero calati di 250 miliardi di dollari, una conferma ulteriore arrivava anche da Goldman Sachs che prevedeva come il buyback avrebbe perso 360 miliardi.

Se anche voi avete confidato in azioni con dividendo mensile, almeno per il 2020 avrete dovuto sicuramente stringere la cinghia.

E non lo diciamo solo noi, ma direttamente il Morningstar Global Dividend Yield Focus Index  sceso di mezzo punto.

Le azioni con dividendo mensile non solo nel 2020 hanno, nel primo trimestre come tutte le azioni, risentito del crollo, ma quel che è peggio è che senza il dividendo non si sono mantenute ugualmente “appealing”, rimanendo indietro quando i listini sono poi ripartiti, e grazie al dream team, sappiamo quanto bene!

Ma tranquilli, c’è ancora qualche possibilità e il 2021 molto probabilmente non soffrirà di questo calo.

Le azioni dai dividendi mensili già a novembre avevano recuperato terreno.

Lo stesso indice ha guadagnato quasi il 10%:

Questo era lo scenario positivo nel 2019, una bella variazione?

Ma forse non così tanto perchè la stessa Morningstar conferma come l’indice delle azioni con dividendi mensili, in termini di rendimento medio anno, hanno restituito il 4%.

Ciò conferma quanto come investire in azioni si conferma molto più conveniente che investire nei famosi titoli di Stato, confidando nella loro cedola.

ACCEDI ORA al gruppo Facebook Io Investo. Ogni giorno trovi video analisi di titoli azionari, approfondimenti, supporto e assistenza.

Azioni da dividendi mensili, chi ha sofferto di più?

Dopo il blocco della BCE ai titoli bancari nella distribuzione dei dividendi per tutto il 2020, anche l’IVASS a fine luglio aveva stoppato le operazioni per i titoli assicurativi.

Non solo, oltre a non pagare i dividendi mensili, per queste aziende non verranno neanche aumentati i limiti per il riacquisto di azioni proprie.

Nel 2019, quando i bancari pagavano anche il 5% di dividendi mensili, e soprattutto annuali che ormai sono solo un lontano ricordo.

Il blocco della BCE ha così portato un calo dei titoli che pagano dividendi anche nelle quotazioni, ma ci sono alcune compagnie che hanno rassicurato o forse anche ri-assicurato i propri azionisti.

Se perciò investire sui dividendi è il vostro obiettivo, ecco alcuni titoli che potete valutare.

Unipol ha promesso che, non appena cesserà il blocco, pagherà i dividendi annuali.

Anche Generali ha promesso che recupererà e così Poste Spa.

Riconferma anche Intesa SanPaolo, il primo gruppo bancario italiano, non solo pagherà i dividendi, ma è possibile che premierà chi ha saputo investire e mantenere il titolo del gruppo in portafoglio.

Come Intesa, ugualmente, Unicredit che, non solo promette dividendi mensili, ma pagherà un’extracedola nel 2021.

Di certo sono notizie che vanno prese con la dovuta cautela, considerando il riacutizzarsi del Covid e il ruolo strutturale per il Paese e per l’intera Unione svolta dai gruppi bancari.

Azioni dividendi mensili: il settore energetico

Se le azioni bancarie non sono il must have di quest’anno, anche per i petroliferi l’andamento è incerto.

Oltre al settore bancario, a risentire molto del calo nel 2020 sono state tutte le azioni con dividendo mensile del comparto energetico che rimangono il settore più a sconto.

Sopravvalutato e forse dopato, il settore tecnologico con Nvidia supera per valore di mercato addirittura la tenacissima Nestlè.

I petroliferi solitamente pagavano buoni dividendi, ma anche loro devono rivedere le politiche finanziarie finora adottate.

Royal Dutch Shell ha ridotto il dividendo per la prima volta dalla seconda guerra mondiale.

ENI uguale, ha ridotto il dividendo.

Se Tenaris ha difeso la posizione nel 2020, nel 2021 il consiglio di amministrazione ha deciso che, ad oggi, per le azioni erogherà un dividendo di 0,07 dollari ad azione.

Tra le azioni da dividendi mensili si dimostra invece una conferma AT&T, con dividendi mensili, o meglio trimestrali, sempre sullo 0,52.

Questo grazie ai flussi di cassa elevati che permettono all’azienda di avere azioni con dividendi anche in tempo di crisi.

Ancora il petrolio è una sicurezza di vincita, se non su pista, almeno in borsa: è Ferrari, il cavallino rampante, che potrebbe essere uno dei pochi a mantenere, e pagare dividendi mensili molto  interessanti.

Vuoi imparare ad investire? Accedi ad oltre 15 ore di lezioni gratuite

Azioni dividendi mensili estero e non

Per chi ama investire in azioni un’alternativa è investire in titoli USA o stranieri.

La Francia con Procter & Gamble e Vis Finance promette interessanti dividendi.

Mentre, se vogliamo volare oltreoceano, abbandonate Apple che pagherà solo 0,002 dollari a novembre.

Optate invece per Taiwan Semiconductor e Verizon.

Quest’ultima ha sempre pagato un 4,2% di dividendi rimanendo sia per il 2020, ma anche per il futuro, un’azione potenzialmente da tenere nel cassetto.

Mentre Taiwan Semiconductor si sta facendo valere, e potrebbe non solo presto aumentare in generale nei prezzi, ma anche distribuire dividendi più alti.

Interessanti opportunità sono offerte anche da Coca Cola che, per chi ha sete di dividendi mensili, è un buon titolo ad oggi insieme a Warner e Chevron.

Azioni con dividendi mensili: come investire e cosa aspettarsi per il 2021

Se il vostro obiettivo è investire in titoli azionari, ma non sapete come farlo, potete valutare anche i nostri portafogli azionari.

Italia o Usa resta a voi la scelta, ma questi hanno il vantaggio di essere bilanciati e che lo saranno anche in futuro dal nostro comitato di investimento.

Se perciò amate le azioni che offrono dividendi e cercate dei rendimenti “a cedola”, vi consiglio di dargli seriamente un’occhiata.

Al contrario, se non sapete invece come e quando comprare titoli con dividendi, vi consiglio di leggere anche qui: Dividendi azioni stratosferici: conviene comprarle?

In un anno dove i dividendi sono stati bloccati o del tutto azzerati, investire e avere portafogli diversificati è l’unico modo per non perdersi le opportunità di mercato.

Per il 2021 sarà ancora così per le azioni con dividendo mensile?

Molte delle azioni con dividendo mensile ricadono nel settore value, e come detto sono state le più colpite dalla crisi per la pandemia; lo scenario più sereno degli ultimi giorni ci fa perciò essere più ottimisti.

Tra le aziende con dividendo mensile, sicuramente interessanti per il 2021, figurano quelle legate al settore energetico come Snam, Italgas ed Enel che potrebbero regalare qualche piccola soddisfazione.

Più cautela e prudenza per il settore bancario, mentre interessanti opportunità potrebbero arrivare dall’intero settore dell’automotive ed elettronico.

Le azioni value sono aziende con crescita più lenta come quelle consumer, le utilities e appunto l’energetico, che impiegano magari più tempo a recuperare e a pagare dividendi mensili rispetto ad altre aziende growth.

Se guardiamo al primo lato della medaglia, le aziende con dividendi mensili, dovendo remunerare gli azionisti, si dimostrano meno growth ma più solide e disciplinate.

Ma c’è sempre l’altra faccia, bisogna pertanto stare sempre attenti nella scelta delle azioni con dividendi mensili, perchè potrebbero trascinarci nella cosiddetta “trappola dei dividendi”, ossia promettere dividendi che sono solo uno specchietto per remunerare sofferenze ed ammanchi.

Per questo, prima di procedere nella scelta delle azioni con dividendo mensile, fate sempre anche attente valutazioni da dove provenga quel dividendo così alto, tanto più di fronte a scenari incerti come quelli contemporanei.

In modo da rimanere coperti guadagnando anche rinunciando per un anno ai dividendi mensili.

Sulla bontà o meno della strategia non ci esprimiamo perchè come sempre il nostro primo interesse è quello del singolo investitore.

Secondo voi quali azioni con dividendi mensili saranno le migliori per il 2021?

Alessandro Moretti

GuidaBase

Guida base per investire

Scopri il primo video corso gratuito per iniziare ad investire in totale sicurezza

Accedi Gratis