Numero Verde 800 14 04 04 Lun-Ven 9-19

Guida completa su come e perchè investire in PAC

Home»Articoli»Guida completa su come e perchè investire in PAC
Investire-in-PAC

Come investire in PAC?

Se anche voi avete compreso che investire è fondamentale, per crearsi entrate extra e dare una rivalutazione ai vostri risparmi ma:

  • avete paura della volatilità dei mercati
  • non avete le conoscenze necessarie per strutturare investimenti complessi e adatti ai vostri obiettivi
  • non avete grandi capitali o riuscite a risparmiare qualcosa ogni due o tre mesi e volete investirlo

Sì, se ricadete in almeno uno dei tre punti investire in PAC è la soluzione potenzialmente più adatta a voi.

Ma come sempre non possiamo investire e operare senza prima conoscere.

Cos’è un PAC?

Il PAC è l’acronimo per Piano di Accumulo di Capitale.

PAC – Piano di accumulo di capitale è un modo di investire che prevede di sottoscrivere e acquistare fondi comuni di investimento, ETF o fondi attivi o strumenti di investimento collettivo di risparmio non in un’unica volta, ma in più tempi.

Un PAC funziona proprio come un investimento a rate.

La definizione di PAC contiene in sé alcune delle parole fondamentali per approcciarsi al mondo degli investimenti.

Piano, prevede perciò una piccola pianificazione, un approccio strategico alla gestione dei soldi.

Accumulo, se non si risparmia e si investe non si può raggiungere il Capitale.

Guardiamo oltre alla definizione economica di capitale: somma di denaro messa a frutto, ma appunto guardiamo alla sua definizione letterale.

Capitale indica qualcosa che riguarda il capo, la testa i peccati capitali sono i vizi maggiori che portano alla rovina, a perdere la testa, ne esistono anche in finanza, per scoprire quali sono ti invito a leggere qua: Investire al momento giusto: ecco quando iniziare.

Ma appunto il capitale riguarda la vita stessa e perdersi le opportunità che essa ci offre è un po’ come perdere la testa un giorno alla volta.

Perché investire in PAC – Piano di accumulo di capitale

Come detto un PAC consente di investire a rate, si tratta di un piano, un programma che prevede di investire importi costanti a scadenze regolari o predeterminate.

Un esempio di un PAC è quello di investire 200-500€ ogni due mesi.

Si tratta di una soluzione per investire anche se:

  1. Temi i mercati e la loro volatilità
  2. Non hai, per ora, grandi disponibilità economiche

Si tratta perciò di un modo di investire ideale e fondamentale per chi non ha grandi disponibilità in un certo momento, sa di poter contare su un’entrata costante o teme e vuole abbattere i rischi tipici di investire in un’unica situazione.

Investendo in diversi momenti, in diversi step, si media la volatilità dei mercati.

Che il mercato sia sui massimi o sui minimi o sia altamente volatile entrando in diversi tempi si abbattono ognuna di queste variabili.

Ma soprattutto vi avvicinate al mondo degli investimenti senza il rischio di “scottarvi”.

Investendo in PAC e con la formazione ad hoc imparerete a conoscere i mercati e a gestire nel tempo la vostra emotività, investirete e dormirete sempre di più sonni tranquilli.

Ma vediamo nello specifico quali sono i vantaggi di investire in PAC.

Hai un obiettivo da raggiungere e 100€ a disposizione?

I vantaggi di investire in PAC

Sei tu che decidi quando e quanto investire e anche se non hai grandi risorse al momento o eventualmente hai già investito interamente tutto in un portafoglio personale, ma hai ancora entrate periodiche o riesci a risparmiare e non hai altre spese è un ottimo modo per investire anche poco.

Ad esempio, sono lo strumento ideale per costruire piani di risparmio per i propri figli.

Inoltre, questo corso è ideale se vuoi avvicinarti al mondo degli investimenti.

Non hai mai investito, non sai come comprare un ETF o come scegliere l’intermediario, nel corso trovi spiegata ogni cosa.

Dal come scegliere il giusto intermediario al tutorial su cosa sono e come si comprano gli ETF, ecco gli strumenti consigliati per attuare il tuo PAC.

Ripeto, si tratta di un corso che puoi mettere subito in pratica nell’attesa di maturare conoscenze più profonde e fondamentali nella gestione delle proprie finanze personali.

Potrai così iniziare ad investire abbattendo il rischio di non sapere cosa stai facendo e la FOMO- Fear of Missing Out.

La FOMO è la paura di restare fuori dei mercati, se non vedi l’ora di guadagnare, avrai almeno delle nozioni di base per cominciare a vedere qualche piccola entrata e fare dimestichezza con questo mondo di cui presto ti innamorerai.

Con il PAC puoi investire piccoli importi accumulando il risparmio generato, un risparmio e un investimento costante nel tempo che fa la differenza.

Il PAC ti permette anche di proteggerti entrando su più tempi, puoi così smorzare la volatilità dei mercati riducendo il rischio legato a timing sfavorevoli.

Questo è possibile attraverso la logica DCA – Dollar Cost Averaging.

La strategia del PAC

Il Dollar Cost Averaging ti consente di mediare sui picchi e minimi di mercato.

In tanti si chiedono quando sia più giusto “entrare sui mercati”, ma non esiste una risposta assoluta.

Il timing è complesso e se dovessimo cercare il momento giusto per entrare, come gran parte delle cose, finiremmo per non investire mai.

Cercare il timing perfetto è difficile e impossibile e anche un po’ inefficace negli investimenti, in particolare quelli a medio-lungo termine.

Il dollar cost averaging è una tattica utilizzata da B. Graham negli anni ’50 del secolo scorso e consente proprio di mediare sul costo medio del denaro, o nel nostro caso, su un titolo.

Potete leggere il funzionamento di questa strategia e del pac nell’immagine successiva.

Investendo sempre il medesimo importo, ad esempio 100€ ogni mese, ci sarà un mese in cui le quote dell’ETF varranno 20€ perché ci saranno notizie allarmanti che hanno buttato giù i mercati e comprerai 5 quote, e mesi in cui varranno 100€ perché i mercati sono euforici, e in questo caso comprerai solo 1 quota.

Ma ci saranno anche mesi dove una quota varrà 50€ e con i tuoi 100€ ne comprerai 2.

Comprando su diversi orizzonti temporali medierai proprio gli alti e bassi del mercato, attenui e gestisci il rischio e non devi temere se stai entrando sui massimi o sui minimi.

In questo modo, anche se non hai grandi capitali, potrai investire e trarre il meglio dal tuo investimento.

Non preoccuparti ti spiego tutto meglio quando vedremo i diversi esempi che trovi nella tua area riservata, ma soprattutto sarai tu che potrai essere autonomo e fare le tue simulazioni!

La differenza tra PAC e PIC

Il PAC a differenza del PIC consiste proprio in queste entrate diversificate sul tempo.

Il PIC è un Piano di Investimento di Capitale in un’unica soluzione.

In questo caso avete somme alte ed entrate in un’unica volta sui mercati, non vi interessa del timing, e siete in grado di gestire la volatilità che potrebbe esserci, ed è naturale che vi sia.

Quale soluzione è la migliore?

Lo affrontiamo all’interno del corso dove approfondiamo entrambe queste strategie e dove vi consiglio anche una terza via.

Come possiamo vedere nel PAC, i rendimenti possono essere minori ma la volatilità anche è più contenuta e la cosiddetta shortfall probability, ossia di finire con meno di quanto versato, di conseguenza è molto meno elevata.

Premesso poi che puoi investire in un’unica soluzione o su più tempi, la cosa fondamentale è investire e attuare una gestione attenta delle vostre risorse.

E’ proprio l’attenzione e la gestione oculata delle risorse che ci porta al tema successivo, per cui ho strutturato e progettato per voi il corso PAC. State attenti ai costi e a quali strumenti scegliamo per il nostro portafoglio PAC.

Costi di un PAC

Il PAC può essere fatto in autonomia o in automatico, diversi OICR e istituti permettono e prevedono prodotti che utilizzano tale modalità di investimento, ma ahimè, come sempre anche qui ci sono costi elevati.

Un PAC si può attivare sia su fondi attivi che su ETF, i fondi passivi, ma sui fondi attivi dei diversi istituti come sempre vi sono alti costi.

In alcuni casi vi sono trattenute su ogni versamento a cui si aggiungono i normali, ma elevati, costi per la gestione.

Investendo in ETF potrete farlo autonomamente abbattendo molte di queste spese e rendendo:

  1. più remunerativo il vostro PAC
  2. evitate inutili sprechi che, su capitali come quelli usati per il PAC di importo contenuto, possono essere veri e propri salassi
  3. avrete la flessibilità di comporlo e scomporlo come vi pare.

Rimane in questo uno strumento di investimento flessibile.

Alcuni istituti inoltre consentono di impostare ordini automatici in modo che ogni giorno X del mese o a una certa periodicità si vada a investire 200€ comprando un complessivo valore di quote.

Ma quali sono i rischi di investire in PAC.

Ricordate, al mondo non c’è nulla, nulla di garantito, per questo anche con il PAC si possono correre dei rischi.

I rischi di fare un PAC

I vantaggi di investire tramite piano di accumulo di capitale sono molti, da una gestione più sopportabile del rischio alla potenzialità di investire anche poco.

Proprio a questo poco dovete prestare attenzione, investendo poco ogni mese rischiate tra commissioni e costi di erodere parte dell’investimento.

Sicuramente nel medio lungo termine si attenua anche questa possibilità, ma in taluni casi è meglio progettare delle entrate trimestrali più che mensili.

Per ovviare a tale problema ho previsto all’interno del corso un tutorial per il calcolo dell’impatto delle commissioni.

In questo modo, anche se in futuro cambierai intermediario, o quello attuale apporterà modifiche al suo piano di commissioni, potrai fare delle simulazioni e valutare se cambiare istituto e broker.

Nel tutorial puoi valutare tutto, dalle commissioni generali a quelle annue.

Potrai valutare l’impatto finale dei costi sul tuo investimento e, di conseguenza, fare tutte le diverse simulazioni per trarre il massimo dai tuoi investimenti.

Inoltre, gestendo da te il tuo piano, potrai rimborsare le tue quote e, se avrai bisogno di quelle risorse, potrai averle in meno di due giorni disponibili sul tuo conto.

Come fare un PAC

Va benissimo, hai scoperto che il PAC è la soluzione giusta per iniziare ad investire anche parte del tuo primo stipendio, ma…c’è qualcosa che ancora ti ferma, o anzi, sicuramente sono molti “qualcosa”: quanto investo, per quanto e soprattutto come e su quali strumenti.

A dirsi è facile, ma poi nel metterlo in pratica evitando di commettere errori diventa più difficile.

Non preoccuparti, ho previsto tutto, o per lo meno ho provato a farlo.

In 7 step potrai dare il via al tuo PAC e iniziare a guadagnare.

Rispondendo a poche semplici domande potrai capire:

  • Quanto capitale investire
  • Con che frequenza investire
  • Su quali strumenti investire e come diversificarli per raggiungere i tuoi obiettivi

Con il corso sarai in grado di strutturare il tuo piano e accumulare capitale per i tuoi obiettivi.

Trovi proprio un tool che ti consente di progettare l’investimento e strutturarlo in maniera personalizzata e più confacente alle tue diverse esigenze.

Non avrai dubbi su come programmare la tua strategia e definire quanto, per quanto e quali sono gli strumenti migliori per il tuo investimento, dalla scelta del broker a quello degli ETF più adatti.

E come dicevano, per chi è un po’ più grande sicuramente lo ricorda, in A-Team: “Vado matto per un piano ben congegnato”.

Crea il tuo futuro finanziario, un passo alla volta, con il tuo PAC personalizzato.

Investire in PAC: gli errori da non fare

Nel corso imparerai non solo come si investe in un PAC, ma comprenderai quale strategia è più adatta a te e alle tue disponibilità.

Ho raccolto gli 8 errori più frequenti nell’investire in PAC e che non devi fare se non vuoi rovinare il tuo investimento.

Ricorda, si tratta di un piano, e cosa permette ad un piano di avere successo?

Di rispettarlo e ribilanciarlo.

Sicuramente per iniziare a investire e farlo in maggiore sicurezza, il PAC rimane un’ottima via a patto di seguire le giuste regole e scegliendo gli strumenti giusti.

E a te cosa frena nell’investire?

Se sono le conoscenze con noi sarai sicuro di operare consapevolmente!

Alessandro Moretti

Strategia PAC

Strategia PAC

Strategia PAC è la strategia pratica e pronta all’uso per creare un Piano di Accumulo in 7 passi qualunque cifra tu abbia adesso a disposizione, è perfetta per chiunque abbia un obiettivo futuro da raggiungere e almeno 100€ al mese per iniziare a investire.

Vai all'offerta speciale

0Commenti

    Lascia un commento