News dal mondo finanziario
menù

Quali sono le più grandi banche americane?

17 Febbraio 2020

Quali sono le più grandi banche americane?

Come sono cambiate le cose dalla crisi del 2008?

Le più grandi banche americane: l’analisi

La Federal Reserve ha redatto un elenco delle migliori banche statunitensi per attività e abbiamo analizzato esattamente come questi giganti bancari riescono a stare al passo con la concorrenza.

Per decenni le banche si sono unite, unite e ampliate, al punto che le prime quattro banche rappresentano ora il 50% di tutte le attività bancarie statunitensi.

La lista è stata redatta in base alle attività di ogni gruppo secondo il Report della Fed di primavera 2019.

Scopriamo quali sono i maggiori nomi e come sono cambiate le cose dal 2008, se sono cambiate.

La classifica parte dal più piccolo dei grandi per arrivare a scoprire quale è la più grande delle banche americane e quanto riesce a capitalizzare.

10. Capital One – $ 373 miliardi

Nonostante la recente violazione dei dati, Capital One è comunque riuscito a entrare nell’elenco delle principali banche americane.

Probabilmente il merito è sia del suo ruolo forte nel mercato delle carte di credito sia del suo costante impegno nella trasformazione digitale.

Capital One ha aumentato il suo personale tecnologico da 2.500 nel 2011 a 9.000 nel 2019.

Ha lanciato Eno – il suo chatbot basato sull’intelligenza artificiale, simile a Erica della Bank of America – ed è nel mezzo di una migrazione pluriennale dei suoi strumenti di sviluppo software back-end nel cloud.

Capital One ha inoltre acquisito la fintech United Income nel 2019, una piattaforma digitale che offre servizi di gestione patrimoniale per le persone che si trasferiscono in pensione.

La fintech combina entrambe le capacità tecnologiche con le sfaccettature umane, come fornire accesso a un team di gestori patrimoniali, rendendolo attraente per i consumatori che desiderano ancora l’interazione umana.

capital one andamento

9. TD Bank – $ 384 miliardi

Oltre ad avere una vasta influenza all’estero, TD Bank è diventata una delle maggiori banche negli Stati Uniti grazie alla sua integrazione di intelligenza artificiale e all’utilizzo della tecnologia digitale.

TD Bank ha stretto una partnership con il lancio di Clari, un chatbot basato sull’intelligenza artificiale, in Canada.

Clari risponde alle domande dei clienti tramite sms e li avvisa quando sono dovuti i pagamenti con carta di credito o quanto hanno speso in un determinato negozio.

In un’altra partnership, TD Bank ha collaborato con il fornitore di fintech Amount per sfruttare la sua tecnologia di prestito digitale.

8. PNC – $ 392 miliardi

PNC Bank è conosciuta come una delle migliori banche negli Stati Uniti perché offre vantaggi e servizi specializzati ai clienti durante lo sviluppo di prodotti originali.

Nel 2017 PNC ha iniziato a offrire opzioni di pagamento mobile ai clienti aziendali in possesso di carte commerciali Visa, consentendo loro di sfruttare i portafogli mobili più diffusi come Apple Pay.

Inoltre, nel 2019 PNC ha pilotato carte di credito con valori di verifica delle carte che si aggiornano periodicamente, nella speranza di combattere le frodi.

PNC è la il quarto gruppo invece per gli ATM.

Durante il periodo che va dal 2008 al 2012 ha acquisito altri gruppi bancari non solo statunitensi, ma anche molti canadesi che le hanno permesso di crescere e diventare il grande gruppo che è oggi.

banche più grandi americane pnc

7. Bancorp degli Stati Uniti – $ 475 miliardi

US Bancorp, la società madre della US Bank National Association, ha guadagnato un posto nella lista delle più grandi banche americane grazie al suo impegno a competere con i giganti della tecnologia che si fanno strada nel settore bancario.

In realtà essa insieme ad un’altra banca che compare più avanti, è anche una delle più antiche.

Pensate che ancora segue il Charter 24, uno dei primi atti bancari di tutti gli Stati Uniti.

Con Facebook, Amazon, Apple e Google che annunciano tutti il ​​loro desiderio di lanciare servizi bancari, US Bancorp ha deciso di migliorare la propria tecnologia e di collaborare con le fintech.

US BANCORP PIù GRANDI BANCHE AMERICANE

6. Morgan Stanley – $ 875 miliardi

Dopo aver acquisito Solium Capital, Morgan Stanley ha ottenuto l’accesso a nuove tecnologie che hanno spinto l’azienda nel mercato bancario digitale.

Questa banca è tra quelle che hanno più sofferto la crisi dei subprime, tanto che la Fed ha dovuto stanziare ingenti risorse per non farle crollare.

Da quel giorno la ristrutturazione è stata forzosa.

Ad ogni modo oggi il gruppo punta su i millenial del Nord America che nel 2030 controlleranno $ 20 trilioni di risorse globali, tanti nuovi futuri clienti e ricchi.

Inoltre, Morgan Stanley ha collaborato con Box , un servizio di gestione dei contenuti cloud, per lanciare un “Digital Vault”.

L’attività di gestione patrimoniale dell’azienda contribuisce già al 44% delle sue entrate e si prevede che “Digital Vault” accelererà ulteriormente questo segmento.

5. Goldman Sachs – $ 925 miliardi

Dal lancio di Marcus, una banca online che offre ai clienti prestiti non garantiti a tasso fisso, esenti da commissioni e conti di risparmio ad alto rendimento, Goldman Sachs è diventata una delle maggiori banche negli Stati Uniti.

Il colosso bancario ha effettuato diverse acquisizioni per Marcus, tra cui l’app di gestione delle finanze personali Clarity Money.

Clarity Money è stato uno dei primi passi compiuti da Goldman per entrare nel settore bancario esclusivamente digitale e consente agli utenti di aprire un conto di risparmio Marcus direttamente tramite il proprio dispositivo mobile.

L’azienda ha inoltre collaborato con Apple per sviluppare la Apple creando una Apple card.

L’acquisizione e l’investimento in start-up e altre attività, combinato con la decisione di esplorare nuovi modi per integrare la tecnologia con i servizi bancari esistenti, ha permesso a Goldman Sachs di diventare una delle maggiori banche degli Stati Uniti.

4. Wells Fargo & Co. – $ 1,89 trilioni

Wells Fargo sta seguendo l’esempio dei migliori concorrenti prendendo anch’essa di mira i millennial attraverso i  servizi di mobile banking.

Paga con Wells Fargo è un servizio mobile in cui gli utenti possono accedere alle funzionalità di pagamento più utilizzate prima di accedere all’app. Inoltre, l’app Greenhouse di Wells Fargo aiuta i clienti a semplificare le bollette e tenere traccia delle spese.

L’adesione al mercato dei pagamenti contact less ha inoltre rafforzato la posizione di Wells Fargo come banca leader nel settore imprenditoriale.

Con il 78% dei commercianti statunitensi che accettano transazioni senza contatto attraverso prodotti del gruppo.

Questa è una delel banche più antiche ed ha fatto miliardi anche grazie ai prestiti studenteschi.

Wells Fargo si è molto arricchita grazie alla crisi del 2008 ed ha saputo essere l’unica a mantenere un rating AAA durante quei tremendi anni.

più grandi banche americane wells fargo

 

3. Citigroup – $ 1,96 trilioni

Si saliamo sul podio e cominciamo a parlare di trilioni di dollari di attività.

Citigroup è l’11 gruppo mancario mondiale, non solo quindi tra le più grandi banche americane.

Non solo soldi, per tre anni consecutivi è stata nominata “La migliore banca per famiglie con un patrimonio elevato”.

E ha preso il primo posto di gradimento anche per le funzionalità di mobile banking , come valutato dai consumatori.

Citi ha visto un massiccio aumento degli utenti di servizi bancari digitali nel 2019, con un aumento dell’11,3% su base annua, e i suoi utenti mobili sono cresciuti il ​​doppio rispetto al 22,4% su base annua.

Questa crescita, combinata con le dichiarazioni dei clienti elettronici della società che salgono al 50%, dimostra che Citi si è assicurata una delle migliori banche negli Stati Uniti.

Citigroup è una delle banche anch’essa storiche.

Sopravvissuta alla crsisi del 2008 ancora, tuttavia, mostra criticità durante gli stress test della sua potenziale tenuta durante un’eventuale crisi.

più grandi banche americane citigroup

2. Bank of America – $ 2,38 trilioni

Parla anche un po’ italiano la storia della seconda tra le più grandi banche d’america, grazie ad Amedeo Pietro Giannini.

Bank of America è sopravvissuta alla crisi del 2008 anche attraverso i grandi aiuti della Fed e forse ne sconta ancora molto l’influenza, non solo economica, ma anche politica.

Purtroppo in questo settore, non solo in Italia, le influenze politiche aumentano più si sale.

In grado di ridurre i costi e attirare i giovani utenti adattando le strategie per l’era digitale.

Con le sue filiali digitalizzate della banca consentono ai clienti di accedere agli sportelli automatici senza contatto e connettersi con i call center.

Queste soluzioni hanno registrato metà del traffico delle filiali vicine solo cinque mesi dopo il lancio nel 2017.

I servizi esclusivamente digitali di Bank of America, Zelle ed Erica, hanno anche ridefinito ciò che l’azienda offre ai suoi clienti bancari al dettaglio.

Zelle consente agli utenti di inviare pagamenti digitali in tempo reale ad amici e parenti e, integrando questa funzione nella sua app mobile, Bank of America ha aperto le porte a un maggiore coinvolgimento dei consumatori.

Bank of America ha anche avuto successo con il suo assistente vocale abilitato, Erica, che offre ai clienti la possibilità di effettuare pagamenti peer-to-peer e pagamenti delle bollette.

Dal suo lancio ufficiale nel 2017, Erica ha superato i 7 milioni di utenti all’anno.

bank of america

1. JPMorgan Chase – $ 2,74 trilioni

Mirando ai consumatori esperti di digitalizzazione e introducendo l’intelligenza artificiale nelle sue offerte, JPMorgan Chase è stata in grado di superare i suoi concorrenti.

2,74 trilioni, fa spavento e risulta infugarabile immaginare così tanti soldi.

Essa è anche la sesta banca più grande al mondo, insieme alle precedenti quattro costituisce il quartetto delle intoccabili e che racchiudono il 50% di tutte le attività bancarie USA.

JPMorgan sta giocando a lungo, acquisendo millennial attraverso i canali digitali e spera di convertirli in clienti di valore più alto in seguito.

Inoltre, JPMorgan sta investendo molto nella tecnologia bancaria e vanta il più grande budget tecnologico di tutte le banche nel 2019 con $ 11,4 miliardi.

Un focus chiave di questi fondi è l’identificazione di casi d’uso per implementare l’intelligenza artificiale, come consentire ai clienti di investment banking di accedere ai report degli analisti e alle informazioni sulle azioni tramite gli assistenti vocali.

più grandi banche americane jp morgan

ACCEDI ORA al gruppo Facebook Io Investo dove troverai ogni giorno video analisi dei titoli azionari, rubriche di approfondimento, supporto e assistenza da ben 4 analisti tecnici per l’analisi dei titoli che hai in portafoglio.

Le più grandi banche americane: gli altri nomi

In basso riportiamo la nuova classifica delle attività bancarie con altri 5 gruppi che tra le più grandi banche americane.

Come potete vedere il report della Fed è l’ultimo disponibile ovvero sia quello di settembre 2019.

La situazione rispetto ad oggi non sembra poi così mobile.

 più grandi banche americane

Vuoi rimanere aggiornato sulle principali notizie finanziarie del mondo? Iscriviti alla nostra newsletter gratuita “La bussola Finanziaria

Più grandi banche americane: come era nel 2008

Ma quali erano le più grandi banche americane prima della crisi del 2008?

Ecco un estratto che riporta i nomi dei più grandi nomi prima dello scoppio della crisi, come possiamo notare le cose non sono poi così cambiate.

Lascia pensare o no?

più grandi banche americane prima dellla crisi 2008

 

Avreste mai immaginato che fosse possibile muovere così tanti soldi? E avreste mai immaginato che in 12 anni, la peggiore crisi finanziari di sempre quasi niente è cambiato?

Fatemi sapere cosa ne pensate qui sotto nei commenti.

Alessandro Moretti

Lascia un Commento

0Commenti

    Lascia un commento